Dieta chetogenica: cos’è e come funziona

Il portale italiano dedicato alla keto per approfondimenti, ricette e testimonianze

La dieta chetogenica è un regime alimentare basato sulla significativa riduzione della quantità giornaliera di carboidrati assunti (circa il 7%), sulla moderata assunzione di proteine (circa il 20%) e su una grande quantità di grassi (circa il 70%), è bene specificare che non si tratta di una dieta proteica.

Lo scopo principale della dieta chetogenica è quello di indurre l’organismo a utilizzare i grassi (e non i carboidrati) come fonte di energia. Questo dà vita a un processo chiamato chetosi, che porta alla formazione di chetoni nel sangue, rendendo l’organismo particolarmente efficiente nel consumare grassi a scopo energetico.

In questo portale trovi articoli aggiornati costantemente, ogni settimana, per approfondire ogni aspetto di questo regime alimentare. Scopri:

Lorenzo Vieri

Biologo Nutrizionista esperto in dieta chetogenica

“Non credo nelle diete miracolose. Credo, invece, nei risultati reali di un percorso basato sulla scienza della nutrizione e sull’ascolto profondo delle esigenze individuali. Dal 2010 aiuto le persone a ritrovare benessere e salute, applicando i principi della chetogenica.”

Come funziona la dieta chetogenica e quali sono i suoi benefici

Il meccanismo di funzionamento di un’alimentazione chetogenica è basato sulla riduzione delle calorie e dei carboidrati che, in combinazione a un moderato livello di proteine e un elevato contenuto di grassi, ha l’obiettivo di migliorare la lipolisi, ovvero il consumo totale di grassi, ottimizzando il dimagrimento.

A prescindere dall’attitudine personale, è bene non dimenticare che quello della dieta chetogenica è un sistema che richiede un controllo e un monitoraggio accurati da parte di un nutrizionista esperto.

Nel panorama di questa dieta povera di carboidrati, spicca la dieta chetogenica intermittente, che rappresenta l’unione tra dieta chetogenica e digiuno intermittente. L’idea fondamentale di questa combinazione è che il digiuno intermittente possa favorire l’ingresso più rapido nello stato di chetosi e potenziare i vantaggi metabolici offerti dalla dieta chetogenica.

Navigando online spesso rischiamo di incorrere in falsi miti riguardanti la dieta keto, ma contrariamente a quanto alcuni credono, non è né squilibrata né dannosa, ma anzi può portare a significativi miglioramenti della salute, se supervisionata da un esperto.

Oltre che per il trattamento dell’epilessia infantile, la dieta chetogenica si è scoperta particolarmente adatta per persone che soffrono di obesità, sovrappeso, diabete, sindrome metabolica, apnee nel sonno e patologie neurodegenerative come l’Alzheimer.

Adatta non solo alla cura di alcune patologie, la chetogenica è indicata anche per risolvere disturbi come il gonfiore addominale, la cefalea e la sindrome dell’ovaio policistico. Inoltre, questo è un regime alimentare particolarmente efficace per la perdita di massa grassa e per la riduzione e controllo dei livelli di glucosio e insulina nel sangue.

Il portale di riferimento della dieta chetogenica in Italia

La curiosità di avvicinarsi all’universo della dieta chetogenica nasce dall’esperienza pluriennale del biologo nutrizionista Dott. Lorenzo Vieri nell’ambito di questa alimentazione.

La sua passione per il benessere a 360° unita all’ambizione di aiutare le persone a sentirsi bene con il proprio corpo attraverso la nutrizione, lo guidano giorno dopo giorno nella sua professione.

Da qui, nasce la volontà di creare un portale per la dieta chetogenica, con l’obiettivo di fare chiarezza su questo regime alimentare, spesso ridotto a una dieta di 21 giorni caratterizzata dal consumo di pasti già pronti, e di diventare un punto di riferimento a livello nazionale per coloro che desiderano approcciarsi alla dieta chetogenica.

La professionalità del Dott. Vieri, specialista in dieta chetogenica, sarà in grado di darti tutte le informazioni necessarie per avvicinarsi nel modo corretto a questo tipo di alimentazione basata sulla riduzione dell’apporto giornaliero di carboidrati per la perdita di massa grassa e la preservazione della massa magra. Troverai approfondimento su dimagrimento, salute, benessere e tantissime ricette chetogeniche da leccarsi i baffi!

Gli ultimi articoli inseriti nel portale
  • proprietà del magnesio

Proprietà del magnesio: benefici e vantaggi per il dimagrimento

Antiinvecchiamento, Dimagrimento|

Gli effetti del magnesio per il nostro organismo sono davvero tanti, ma quali sono esattamente e come possono contribuire al processo di dimagrimento? Il magnesio è essenziale per oltre 300 reazioni enzimatiche nel corpo, può migliorare la qualità del sonno e la funzione cerebrale, elementi cruciali per un efficace percorso di perdita di peso.

La dieta chetogenica funziona benissimo per dimagrire, perdere chili (anche tanti) e mantenere il peso forma

Questo tipo di dieta è indicato per mantenere salute e benessere ed è un’alleata potente nel contrastare l’invecchiamento.

Perfetta per aiutare gli sportivi in numerose discipline: dagli sport di resistenza a quelli muscolari o di concentrazione.

La keto diet è utile per contrastare numerose patologie molto diffuse: dal diabete all’obesità, dall’emicrania alla fibromialgia.

Tipologie di dieta chetogenica e controindicazioni

Esistono tre tipi principali di dieta chetogenica:

  1. Dieta chetogenica standard (SKD): prevede un bassissimo consumo di carboidrati, una quota proteica moderata e alti quantitativi di grassi. Questo regime alimentare prevede all’incirca il 70% delle calorie provenienti da grassi, il 20% da proteine e solamente il 5% da carboidrati.
  2. Dieta chetogenica ciclica (CKD): come si può intuire dal nome, prevede periodi di “ricarica” di carboidrati nella dieta. Ad esempio: ogni 5 giorni di dieta chetogenica sono previsti 2 giorni consecutivi caratterizzati da un maggiore consumo di carboidrati.
  3. Dieta chetogenica targeted: prevede l’inserimento dei carboidrati negli alimenti

La keto diet potrebbe non risultare adeguata per alcune persone. Un esempio sono le donne in gravidanza o in allattamento, che dovrebbero evitare questa dieta a causa delle esigenze nutrizionali specifiche in questi periodi. Coloro che soffrono di patologie epatiche, renali o pancreatiche potrebbero trovare la dieta chetogenica inadatta alla loro situazione, dato che un elevato apporto di grassi potrebbe sovraccaricare gli organi interessati da queste patologie.

Per alcune persone, l’assunzione elevata di grassi, specie se non bilanciata correttamente, può portare a disturbi digestivi o intestinali. La carenza di carboidrati può causare affaticamento, mal di testa o difficoltà di concentrazione, specialmente nelle prime fasi. Per questo motivo è fondamentale rivolgersi a un nutrizionista esperto che sappia valutare l’adeguatezza di questa tipologia di dieta per ogni individuo.

Prenota una visita

Vuoi parlarci del tuo problema e avere un consulto con il nostro nutrizionista?
Fai il primo passo verso la soluzione chetogenica, prenota qui la tua visita con noi.

PRENOTA

Dieta chetogenica: per saperne di più, vediamoci qui.

Ogni settimana aggiorniamo il nostro canale youtube con nuovi contenuti curati dal nutrizionista Lorenzo Vieri. Approfondimenti, ricerche, consigli e tanto altro per aiutarti a cambiare il tuo stile alimentare e un po’ anche la tua vita.

Iscriviti al gruppo Facebook di Lorenzo per confrontarti con altre persone che seguono il tuo stesso regime alimentare e ricevere consigli utili e preziosi.

Iscriviti al canale Youtube di Lorenzo e non perderti nessun video! Riceverai preziosi consigli e risposte alle domande più frequenti sulla keto.

Le domande più frequenti sulla dieta chetogenica

La dieta chetogenica è un regime alimentare che prevede una significativa riduzione del consumo giornaliero di carboidrati (tra il 5% e il 7%), una moderata assunzione di proteine (circa il 20%) e una grande quantità di grassi buoni (circa il 70%). La dieta chetogenica non è una dieta iperproteica!

I principali benefici della dieta chetogenica includono sicuramente una rapida perdita di massa grassa, una migliore gestione dei sintomi legati alla menopausa e di diverse patologie (emicrania, epilessia, disturbi gastro-intestinali etc.), un migliore controllo dei livelli di zucchero nel sangue, un senso di sazietà prolungato, ma anche una migliore concentrazione e lucidità mentale.

Nonostante preveda una drastica riduzione degli alimenti contenenti carboidrati, la dieta chetogenica è una tipologia di alimentazione variegata e diversificata. Gli alimenti chetogenici sono sicuramente quelli ricchi di grassi buoni, come l’avocado, l’olio di cocco, il pesce grasso, la carne, il formaggio, alcuni frutti a basso contenuto di carboidrati come bacche e verdure non amidacee.

La dieta chetogenica può causare, soprattutto nella fase iniziale (chetoadattamento), una serie di effetti collaterali, che tendono a risolversi nel giro di qualche giorno. Gli effetti collaterali più comuni includono: affaticamento e stanchezza, mal di testa, stitichezza e crampi, spesso definiti come “keto flu”. Un effetto collaterale meno frequente è l’indebolimento del cuoio capelluto.

Le fonti di grassi da prediligere in dieta chetogenica sono sicuramente l’olio di oliva extra vergine, l’olio di cocco, il pesce grasso come salmone e sgombro e l’avocado, ricco di grassi salutari e fibre. Inoltre, le noci e i semi, come le mandorle, i semi di chia e i semi di lino, offrono grassi insaturi benefici oltre a vitamine e minerali essenziali. Infine, i latticini interi e il burro

La velocità con cui si raggiunge il proprio peso forma varia sulla base di diversi fattori. I primi risultati sia a livello di dimagrimento che di benessere psico-fisico si vedono già dalle prime settimane di dieta. Tuttavia, per raggiungere risultati significativi, è consigliabile seguire la dieta chetogenica per almeno 3 mesi, per poi proseguire con la dieta di mantenimento.

La frutta in generale non è una categoria di alimenti keto-friendly, quindi andrebbe evitata. Tuttavia, in piccole quantità e senza superare le dosi concordate con il nutrizionista, è possibile mangiare frutti di bosco e frutta secca.

La principale differenza tra queste due varianti è che la dieta chetogenica standard mantiene basso in modo costante l’apporto di carboidrati, mentre la dieta ciclica prevede un alternarsi di giorni con un basso apporto di carboidrati e periodi di consumo maggiore di carboidrati, che vanno a susseguirsi, appunto, in modo ciclico.

Assolutamente sì! L’esercizio fisico non è solo possibile, ma caldamente consigliato in dieta chetogenica. Questo, perché oltre ad avere numerosi effetti benefici sulla salute a 360 gradi, aiuta a riattivare il metabolismo e a perdere i chili di troppo con più facilità rispetto alla sola dieta.

Nonostante i numerosi benefici legati alla dieta chetogenica, questa tipologia di percorso alimentare non è adatta a tutti. Nello specifico, la chetogenica viene sconsigliata a persone con disturbi alimentari, donne in gravidanza o che stanno allattando e persone con patologie legate ai reni o con aritmie cardiache.