Carbonara chetogenica: come prepararla a casa

PASTA NELLA DIETA CHETOGENICA Spesso, uno degli alimenti di cui si sente maggiormente la mancanza durante la dieta chetogenica è la pasta, in ogni sua forma e dimensione: dagli spaghetti alle penne, dai fusilli ai rigatoni. Dovendo limitare in modo significativo il consumo di carboidrati, è assolutamente […]

Indice:

Carbonara chetogenica: come prepararla a casa

PASTA NELLA DIETA CHETOGENICA

Spesso, uno degli alimenti di cui si sente maggiormente la mancanza durante la dieta chetogenica è la pasta, in ogni sua forma e dimensione: dagli spaghetti alle penne, dai fusilli ai rigatoni. Dovendo limitare in modo significativo il consumo di carboidrati, è assolutamente comprensibile che si cominci a sentire la mancanza di alimenti che fanno parte della tradizione culinaria italiana e che sono sempre stati presenti sulle nostre tavole fin dall’infanzia.

La pasta, infatti, rappresenta, insieme alla pizza, il piatto più caratteristico e più amato della cucina italiana. Uno dei piatti preferiti dagli italiani e, allo stesso tempo, uno dei principali nemici della dieta chetogenica. In un regime chetogenico, infatti, il consumo di cibi che contengono carboidrati viene drasticamente ridotto: si consiglia l’assunzione di circa 30-50 grammi di carboidrati durante l’arco della giornata.

LA PASTA CHETOGENICA

È ormai chiaro che la pasta tradizionale debba essere abolita all’interno di un regime alimentare low carb come quello chetogenico, ma esistono alternative keto-friendly per chi vuole concedersi un buon piatto di spaghetti senza rinunciare ai benefici della dieta chetogenica. La pasta keto viene preparata non con l’utilizzo del grano, ma con l’uso esclusivo di ingredienti a basso contenuto calorico e privi di carboidrati. Questa tipologia di pasta si può trovare nei principali supermercati, ma anche online. Proprio come la pasta di frumento, esistono diverse tipologie: dagli spaghetti alle penne, dalle tagliatelle ai rigatoni.

Le principali proprietà della pasta chetogenica sono:

  • Alta digeribilità e leggerezza;
  • Alto contenuto di fibre che riduce la stitichezza;
  • Regola il colesterolo nel sangue;
  • Abbassa il livello di glucosio nel sangue;
  • Notevole potere saziante;
  • Basso contenuto calorico;
  • Aiuta a mantenere il peso forma;
  • Favorisce un sano metabolismo.

KETO CARBONARA: CHE PASTA UTILIZZARE?

Esistono diverse varianti di pasta chetogenica, che possono essere utilizzate per preparare la nostra carbonara light, le più apprezzate da coloro che stanno seguendo la dieta chetogenica sono: gli shirataki noodles (anche detti spaghetti konjac) e la pasta di cuore di palma.

SHIRATAKI NOODLES

La pasta chetogenica più nota è sicuramente quella realizzata con farina di konjac, lavorando una specifica radice asiatica che dà origine alla farina. Questa alternativa alla pasta tradizionale è assolutamente priva di calorie, non contiene carboidrati ed è perfetta per preparare un ottimo primo piatto keto-friendly. Conosciuti anche come spaghetti konjac, gli Shirataki Noodles provengono dalla cucina asiatica e sono diventati popolari in occidente negli ultimi anni come alternativa light ai carboidrati tradizionali.

PASTA CUORE DI PALMA

Oltre agli Shirataki Noodles, un’altra alternativa alla pasta tradizionale è la pasta fatta con i cuori di palma. Negli ultimi anni è diventata anch’essa una delle tipologie di pasta chetogenica più apprezzate da coloro che seguono questo regime alimentare e non vogliono rinunciare a un buon piatto di pasta. Negli Stati Uniti, soprattutto, la pasta di cuori di palma viene molto apprezzata sia per la sua leggerezza che per la velocità di cottura. Questa pasta, a differenza degli spaghetti konjac, dalla consistenza molto morbida, al palato risulta molto simile alla pasta tradizionale al dente. La pasta di cuori di palma viene consigliata durante la dieta chetogenica, perché contiene solo 4 grammi di carboidrati per porzione, ha poche calorie (circa 20 kcal a porzione) ed è senza glutine.

RICETTA CARBONARA CHETOGENICA

La pasta alla carbonara è un piatto caratteristico del Lazio, nello specifico di Roma, viene preparato con ingredienti della tradizione come Pecorino Romano, guanciale, pepe nero e uova. I tipi di pasta più utilizzati nella preparazione di questo piatto sono gli spaghetti, ma in alcune varianti viene spesso usata anche la pasta corta.

Oggi andiamo a preparare la versione chetogenica della carbonara, in modo da potersi gustare questo delizioso piatto senza rischiare di compromettere la chetosi, rischiando di vanificare gli sforzi fatti durante la dieta.

INGREDIENTI PER UNA PERSONA

  • 80 grammi di spaghetti di cuore di palma (o in alternativa spaghetti konjac)
  • 1 zucchina
  • 50 grammi di guanciale
  • 2 tuorli
  • 20 grammi di pecorino romano
  • Sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO

STEP 1

Far bollire l’acqua, poi mettere dentro gli spaghetti e farli cuocere per circa 10 minuti.

STEP 2

Nel frattempo rosolare in padella il guanciale per 10/15 minuti facendo attenzione a non bruciarlo.

STEP 3

Sbattere i tuorli con una forchetta o una frusta, aggiungere buona parte del pecorino, il pepe, un pizzico di sale e continuare a mescolare finché il composto non risulta cremoso.

STEP 4

Scolare e sciacquare sotto acqua corrente gli spaghetti, poi aggiungerli al guanciale e farli andare per qualche minuto in padella.

STEP 5

Una volta insaporiti gli spaghetti, spegnere il fornello, unire la cremina fatta con l’uovo, il pecorino romano, il sale e il pepe e amalgamare bene.

STEP 6

Impiattare e insaporire con pepe e pecorino romano, se necessario.

Lorenzo Vieri
Biologo Nutrizionista

Dal 2015 lavoro come biologo nutrizionista con l’obiettivo di aiutare quelle persone che, come capitato a me in passato, fanno fatica a ottenere la forma fisica che desiderano per sé non solo a livello estetico, ma anche a livello di salute e benessere generale.
Articoli più letti
Articoli correlati
LE NOVITÀ DI LORENZO VIERI SU YOUTUBE

La dieta chetogenica funziona benissimo per dimagrire, perdere chili (anche tanti) e mantenere il peso forma

Questo tipo di dieta è indicato per mantenere salute e benessere ed è un’alleata potente nel contrastare l’invecchiamento.

Perfetta per aiutare gli sportivi in numerose discipline: dagli sport di resistenza a quelli muscolari o di concentrazione.

La keto diet è utile per contrastare numerose patologie molto diffuse: dal diabete all’obesità, dall’emicrania alla fibromialgia.

Prenota una visita

Vuoi parlarci del tuo problema e avere un consulto con il nostro nutrizionista?
Fai il primo passo verso la soluzione chetogenica, prenota qui la tua visita con noi.

PRENOTA